Difficoltà motorie e disturbi visivi nella sclerosi multipla

Tempo di lettura 7 min

Sono molti i sintomi della sclerosi multipla (SM), ma ciò non significa che si manifesteranno tutti. Potrebbero palesarsi solo alcuni di essi, potresti accorgerti che vanno e vengono, che insorgono solo durante una recidiva o che la loro gravità cambia nel corso del tempo. 
I sintomi fisici possono rendere difficile gli spostamenti, le attività quotidiane e, col tempo, compromettere la tua indipendenza.
Tra i sintomi più frequenti della SM vi sono quelli che colpiscono gli occhi, precisamente, si parla di neurite ottica quando si verifica un calo dell’acuità visiva da un solo occhio, spesso associato a dolore progressivo seguito da una fase di stabilità e poi un recupero che può essere completo o meno.
I sintomi visivi della sclerosi multipla non sono gli unici possibili: in questa sezione vedremo quali sono i sintomi fisici più comuni della sclerosi multipla e come possano essere gestiti nella vita quotidiana.
Stare in piedi in posizione eretta e camminare sono attività non semplici da eseguire per il corpo, e richiedono numerose funzioni diverse. Ci sono sintomi della sclerosi multipla (SM) - come problemi di equilibrio, capogiri, debolezza muscolare, spasmi e rigidità- che possono rendere difficili gli spostamenti.

Problemi di equilibrio

Alcuni sintomi, come rigidità muscolare, tremori e dolore, sono associati all’equilibrio, perché aumentano il rischio di cadute; ne parliamo in dettaglio nelle prossime sezioni.

I problemi di equilibrio possono provocare disagio e perdita di sicurezza, ma possono anche comportare lesioni, dolore e perdita di indipendenza

Spasmi e rigidità

La rigidità può causare una sensazione di scarsa elasticità muscolare e rendere difficili i movimenti. Il modo in cui la rigidità muscolare influenza le capacità di svolgere determinate attività dipende dai muscoli interessati. Questo può rendere difficili i movimenti più piccoli e quelli più ampi, come camminare.

I muscoli possono anche muoversi a scatti in modo incontrollato, un fenomeno noto come spasmo. Ciò può verificarsi ripetutamente causando dolore. Può accadere anche durante la notte e rendere difficile riuscire a dormire per tutte le 8 ore.

Tremori

Talvolta le persone manifestano un tremore incontrollato, che potrebbe essere ripetitivo, ma anche irregolare e imprevedibile. Può trattarsi di movimenti piccoli o ampi, che possono rendere estremamente difficile svolgere le attività quotidiane. Nella maggior parte delle persone con sclerosi multipla (SM) che manifestano tremori, questo disturbo si presenta quando hanno intenzione di fare qualcosa. Per esempio, quando si allungano le mani per raggiungere un oggetto e il tremore tende a peggiorare man mano che ci si avvicina all’oggetto.

Debolezza Muscolare

Le persone affette da sclerosi multipla (SM) possono manifestare debolezza muscolare (mancanza di forza) in una o entrambe le gambe.

La sclerosi multipla può rendere difficile muovere i muscoli, rendendoli deboli. La debolezza muscolare a livello delle gambe può rendere difficile camminare aumentando il rischio di cadute.

Gestione della mobilità e delle difficoltà motorie

 I problemi a livello di mobilità possono essere gestiti con approcci diversi, ognuno dei quali deve essere adeguato alle necessità ed esigenze del singolo individuo. È meglio discutere di questo aspetto con il medico prima di sottoporsi a qualsiasi terapia.

Il medico potrebbe provare diverse terapie come:
fisioterapia: un trattamento che utilizza metodi fisici quali massaggi, trattamento termico ed esercizio fisico
terapia occupazionale: utilizza determinate attività per aiutare le persone a riprendersi
crioterapia: trattamento che prevede l’utilizzo di basse temperature
Ci sono una serie di dispositivi che possono contribuire a migliorare i problemi di mobilità e rendere più facile muoversi, come collari, bastoni da passeggio o persino gambe bioniche (talvolta denominate esoscheletri). Chiedi al tuo medico quali sono le soluzioni che possono esserti maggiormente d’aiuto.

Alcuni sintomi possono essere gestiti con determinati trattamenti e con la fisioterapia, per esempio la spasticità o la rigidità degli arti e il disagio che ciò può comportare.

Disturbi visivi nella sclerosi multipla

Manifestare problemi alla vista può essere un’esperienza terribile e questo tipo di disturbo è relativamente comune tra le persone affette da sclerosi multipla (SM). La malattia può talvolta provocare la cosiddetta neurite ottica, che si manifesta quando il nervo ottico si infiamma. La sclerosi multipla può interessare la vista anche causando problemi al movimento dell’occhio.
Quando c’è un sospetto clinico di neurite ottica si possono eseguire visite ed esami specifici per permettere effettuare la diagnosi di neurite ottica tra cui per esempio la visita oculistica, l’esame del campo visivo, potenziali evocati visivi, risonanza magnetica, eccetera.

La neurite ottica può provocare l’offuscamento della vista e, in alcuni casi, la perdita completa della vista. Spesso interessa un solo occhio, ma può colpirli entrambi. La vista tende a peggiorare nell’arco di pochi giorni fino a una settimana, ma in alcuni casi il peggioramento può essere più rapido.
Chi viene colpito da neurite ottica, potrebbe manifestare:
• offuscamento o un punto cieco al centro del campo visivo
colori che appaiono più scuri o sbiaditi
lampi di luce quando si muovono gli occhi
dolore, specialmente quando si muovono gli occhi

PUNTI CIECHI

COLORI CHE APPAIONO SBIADITI

LAMPI DI LUCE

DOLORE NEL MUOVERE GLI OCCHI

Le difficoltà che riguardano il movimento oculare consistono in un disturbo che impedisce agli occhi di muoversi agilmente e di essere allineati.
Ciò comporta uno sdoppiamento della vista, che può provocare disturbi quali nausea e vertigini, difficoltà di coordinazione o equilibrio.

OSCILLOPSIA

L’oscillopsia è un disturbo visivo che può verificarsi nei pazienti con MS i quali vedono gli oggetti oscillare, non riescono a mettere a fuoco ciò che guardano e accusano instabilità. Quando è lieve il paziente non riesce soltanto a mettere a fuoco gli oggetti, quando è intensa il paziente vede gli oggetti saltare.

Gestione dei disturbi visivi nel paziente affetto da sclerosi multipla

La neurite ottica e i problemi del movimento oculare sono causati da un’infiammazione e spesso scompaiono quando l’infiammazione si risolve, pertanto potrebbe non essere necessario un trattamento. Se i sintomi sono particolarmente gravi, il medico può prescrivere un ciclo di steroidi, che aiuta a velocizzare la guarigione.
Se ti si presenta un disturbo di sdoppiamento della vista, puoi trovare il modo di ridurne gli effetti, come indossare un cerotto su un occhio, o adottare occhiali dotati di lenti che riallineano le due immagini.
Il medico ti può prescrivere dei trattamenti che possono essere di aiuto in caso di movimenti oculari involontari.


Condividi:

Se hai bisogno di chiarire qualche termine puoi consultare la nostra sezione GLOSSARIO, ricca di tante parole che ti aiuteranno a comprendere meglio la patologia.


Sono in Movimento è un progetto di Sanofi dedicato alle persone con Sclerosi Multipla e ai loro caregiver.
Sono in Movimento è conoscere la patologia e i consigli per migliorare la qualità della propria vita.

CODICE MAT-IT-2201635