Recidive e Remissioni: le varianti cliniche della SM

Tempo di lettura 7 min

Circa l’85% delle persone affette da sclerosi multipla manifesta recidive e remissioni.
Qui vedremo che cosa sono, che cosa aspettarsi e come possono essere gestite.

Recidive vs Remissione: qual è la differenza?

Qualora tu non abbia familiarità con i termini…
Una recidiva è un periodo di tempo in cui sintomi nuovi o precedenti si manifestano.
La manifestazione può durare solo alcuni giorni oppure mesi.

I periodi di remissione sono i momenti successivi a una recidiva, in cui i sintomi scompaiono.

RECIDIVA

Che cos’è una recidiva?

Una recidiva è la comparsa di nuovi sintomi o la ripresa di sintomi vecchi, che poi svaniscono parzialmente o completamente. Possono durare solo 24 ore, ma potenzialmente potrebbero durare un paio di settimane o più.

Come faccio a sapere se è in corso una recidiva?

Per essere sicuri che si tratti di sintomi di una ricaduta di sclerosi multipla (SM), alcuni degli aspetti che il tuo medico verificherà sono i seguenti:
• i sintomi della sclerosi multipla sono durati almeno 24 ore
• non hai febbre o infezioni
• i sintomi della sclerosi multipla sono comparsi almeno 30 giorni dopo l’inizio di una precedente recidiva
• non ci sono altre cause responsabili dei tuoi sintomi di una ricaduta di sclerosi multipla, come un effetto collaterale dovuto a un trattamento in atto

La SM può determinare una condizione di stress aggiuntivo alle persone che ne sono affette, sia per le caratteristiche della malattia, come l’incertezza e l’imprevedibilità del decorso, sia per la presenza di alcuni sintomi come problemi di mobilità, fatica, disturbi cognitivi. Frequentemente una ricaduta si accompagna a una condizione di ansia, in quanto non solo la ricaduta richiama all’imprevedibilità della malattia e compare una sofferenza fisica, ma non si ha neppure la certezza di quale sarà l’esito della ricaduta.

REMISSIONE

Che cos’è una remissione? [H2]

Una recidiva di sclerosi multipla (SM) è una conseguenza del danno che si verifica nel sistema nervoso centrale (SNC). Quando si soffre di sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR), una recidiva di SM sarà seguita da un periodo di recupero durante il quale i sintomi da ricaduta della sclerosi multipla scompaiono o migliorano.

Tale periodo in cui ci si sente meglio prende il nome di remissione. Tuttavia, anche se le manifestazioni sintomatiche possono diminuire, la sclerosi multipla può continuare a provocare danni al cervello durante i periodi di remissione.

Come vengono trattate le recidive della sclerosi multipla?

Come per la maggior parte degli aspetti della sclerosi multipla (SM), non esistono due recidive identiche. Le recidive si differenziano per livello di gravità e per l’entità del danno causato al sistema nervoso.

Esistono due tipi principali di trattamento:
trattamenti in grado di spegnere i sintomi della malattia nella fase acuta che non sono in grado di rallentare o prevenire il danno causato dalla sclerosi multipla a lungo termine (talvolta chiamato progressione della malattia)
trattamenti che agiscono rallentando o persino prevenendo il danno causato dalla sclerosi multipla, rallentando la progressione dell’invalidità e riducendo il numero di recidive della sclerosi multipla.

Le recidive solitamente vengono trattate con l’utilizzo di terapia a base di steroidi ad alte dosi (il cosiddetto bolo steroideo), somministrata per pochi giorni, per contrastare la durata e la gravità dell’attacco.
Può essere una buona idea annotare le recidive e i sintomi della tua sclerosi multipla. Questo può aiutarti a tenere traccia degli eventuali cambiamenti e a mantenere aggiornato il tuo medico sullo stato della patologia.
Ricordati che è sempre meglio parlare con il tuo medico al manifestarsi di un qualsiasi sintomo da ricaduta della sclerosi multipla, specialmente se è grave o se peggiora nel tempo.
È importante prendere nota anche delle piccole alterazioni, dal momento che col tempo potrebbe capitare di abituarsi ai sintomi, mentre queste possono accumularsi e avere un forte impatto sulla tua vita quotidiana e sul tuo benessere.

Il tuo medico può anche aiutarti a capire se hai avuto o meno una recidiva.

    • Giovanni G et al. 2017. Brain health: time matters in multiple sclerosis. Disponibile alla pagina: www.msbrainhealth.org/report. Ultimo accesso: ottobre 2017.

    • https://www.aism.it/sclerosi_multipla_cosa_e_una_ricaduta_trattamenti

    • https://www.aism.it/sclerosi_multipla_ricadute_e_stress#:~:text=La%20SM%20pu%C3%B2%20comunque%20determinare,mobilit%C3%A0%2C%20fatica%2C%20disturbi%20cogniti i.
       


Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

SM e salute cerebrale

Come funziona il backup del nostro cervello?

A chi rivolgersi

La sclerosi multipla può colpire parti diverse del corpo e il controllo dei suoi sintomi può coinvolgere un ampio team di medici e operatori sanitari che lavorano a stretto contatto con il paziente,

Ridefinire la disabilità

Dopo la diagnosi di sclerosi multipla (SM) il medico monitorerà con frequenza regolare la tua funzionalità cerebrale.

Sono in Movimento è un progetto di Sanofi dedicato alle persone con Sclerosi Multipla e ai loro caregiver.
Sono in Movimento è conoscere la patologia e i consigli per migliorare la qualità della propria vita.

CODICE MAT-IT-2201635